Quel gol di Del Piero...

È il 4 dicembre 1994 e la Juventus deve affrontare in casa la Fiorentina di Batistuta. Una gara complicata, non solo per la presenza del bomber argentino, ma perché i bianconeri sono reduci da diversi infortuni che impediscono di giocare ai loro uomini migliori e soprattutto al migliore di tutti, un certo Roberto Baggio.
Per la squadra di Lippi la partita si mette subito male e dopo mezz'ora i viola sono già in vantaggio di due reti, grazie alle marcature di Baiano e Carbone. Sembra una sconfitta inevitabile. Ma i bianconeri non lo accettano; il tecnico juventino con un paio di sostituzioni (dentro il giovane Tacchinardi e il croato Jarni) cambia la partita e la Juve si riversa a testa bassa nella metà campo della Fiorentina. Riesce così ad acciuffare il pari con una doppietta di Vialli; una rimonta insperata dei bianconeri che sembrano potersi accontentare anche del pareggio. Il risultato resta fermo sul 2-2 e sembra che tale dovrà restare fino al fischio finale. Ma negli ultimi minuti accade l'imponderabile. Un lancio lungo di Alessandro Orlando a superare il centrocampo verso Del Piero: invece di tentare di stoppare la palla, come qualsiasi altro giocatore avrebbe fatto, Pinturicchio colpisce al volo di esterno e insacca alla destra di Toldo. Un gol bellissimo e difficilissimo che consacra il fuoriclasse juventino come successore di Roberto Baggio e decreta la vittoria della Juve. Quell'anno gli uomini di Lippi avrebbero poi conquistato il ventitreesimo scudetto che mancava alla Vecchia Signora dal lontano 1986.
Un anno indimenticabile, in cui la rete di Del Piero (forse la sua più bella) spicca come una gemma rara.

Commenti

Post popolari in questo blog

Dybala, un astro nascente

Basta con Ronaldo e Messi!

Storia di una vittima dei tifosi